Posts Tagged ‘paura’

L’immaginazione

sabato, giugno 20th, 2009

Attraverso l’immaginazione è possibile ampliare il nostro orizzonte di possibilità. In che modo sognare ci apre prospettive nuove?
In terapia, la persona può in un contesto protetto sperimentare nuove modalità di rapportarsi con il mondo, nuovi spazi da esplorare.

Spesso, infatti, riduciamo il nostro mondo e le nostre possibilità ad un universo ristretto, angusto e  soffocante.

camera52_coliseumAbelardo Morell, Camera Obscura Image of the Coliseum.

Uno status quo stabilito, nel quale ciò che ci permettiamo di fare è solo ciò che pensiamo gli altri si aspettino da noi o approvino. Ed allora la nostra vita diventa scontata, poco eccitante perchè non ci permettiamo neanche di immaginare qualcosa di diverso. Come se il solo fatto di essere adulti e cresciuti, ci abbia tolto la possibilità di immaginare altro.

Il terapeuta allora, stimola la persona ad immaginare nuove possibilità, a superare un conflitto interiore, attraverso una soluzione creativa, una sintesi che non è data nè da una parte in conflitto nè da un’altra, ma da qualcosa di completamente diverso.

(continua…)

Perchè ci fa tanta paura la paura?

sabato, giugno 20th, 2009

Siete mai stati colti da una sensazione di paura senza sapere di cosa avete paura? Il cuore ci batte forte, il respiro è corto ed abbiamo soltanto voglia che questa sensazione smetta il più rapidamente possibile. Cerchiamo di fare altro, di distrarci ma lei resta appiccicata a noi per tutto il tempo.

Quando siamo in balia della paura ci sentiamo vulnerabili, perdiamo il controllo e ci sentiamo disorientati.

Tracciando una linea immaginaria della paura possiamo pensare da un lato al timore e dall’altro estremo al panico, come se percorrendo la linea ci fosse un crescendo dell’emozione provata.

La paura, comune anche agli altri esseri viventi, ha come scopo la sopravvivenza perciò in una dimensione legata al reale è sana. Le reazioni comuni alla paura sono: l’immobilità, la fuga, l’attacco, la sottomissione e tutte hanno come scopo la sopravvivenza. Ciò che si può fare ancora con la paura è che la si può affrontare.

foto-sito-gaia1© Robert and Shana ParkeHarrison

Esistono però, diversi tipi di paure che si possono suddividere in due grandi categorie, ovvero le paure reali – in cui qualcuno o qualcosa attenta alla nostra integrità fisica, mentale, emozionale o spirituale; le paure fantasmatiche – che corrispondono a tutto ciò che ci spaventa e che nello stesso tempo riduce il nostro campo di possibili azioni, tutti i no a priori che ci poniamo, limitando noi stessi e la nostra libertà interiore.

Molte volte, infatti, ciò che più vogliamo fare, più ci spaventa.

(continua…)