Archive for gennaio, 2015

Ti racconto com’ero. Video diario emozionale

venerdì, gennaio 16th, 2015
Ti racconto com'ero

Quanto è importante per un bambino conoscere le proprie origini?

Attraverso le nostre storie personali, il racconto delle esperienze della nostra vita, possiamo sviluppare la conoscenza e la comprensione che abbiamo di noi stessi e dei nostri rapporti con gli altri. Raccontare di sé aiuta i genitori ad elaborare la propria storia e il bambino a comprendere le proprie origini punto di partenza per uno sviluppo sano e felice.

Anche i bambini cercano di capire e dare un senso alle loro esperienze. Raccontando a vostro figlio la storia di un’esperienza potete aiutarlo ad integrarne gli eventi e i contenuti emozionali.

Il progetto nasce da un idea: dare uno spazio e un tempo ai genitori per potersi raccontare e condividere con il proprio figlio le emozioni, i pensieri e le storie legate alla loro esperienza di genitori, e di farlo attraverso un video racconto nel quale poter inserire immagini, video e audio raccolti in un collage emozionale da regalare al proprio figlio o figlia.

Il percorso arteterapeutico ha senso, sia nella misura in cui il racconto è fatto nel presente, con le emozioni di oggi, sia perché nel tempo assume un grande valore di richiamo a quei momenti, a quelle sensazioni e a quei pensieri e questo è importante sia per i genitori che per i propri figli. Sappiamo bene che i ricordi e le emozioni nel tempo si cancellano e si modificano ed è per questo che diamo un grande valore alla fotografia e ai filmini di famiglia, perchè ci aiutano a ricordare, ma pur avendo tra le mani quelle immagini, riguardando quei filmini il nostro sguardo cambia sempre e si modifica in base alle nostre emozioni del momento. In questo caso abbiamo un elemento diverso che è quello della viva voce, densa di emozioni e di vissuto.

Attraverso i nostri incontri a studio, il racconto inizia a prendere forma e realizzarsi ed i genitori hanno modo di trovare il proprio modo di raccontarsi, la libertà nell’esprimersi e vengono accompagnati da me nel loro percorso di consapevolezza e di contatto con le proprie sensazioni.

Dott.ssa Gaia Miletic

 

Domande Frequenti

 

D: La mamma e il papà potranno fare il video insieme?
R: si, potranno scegliere se farlo insieme oppure fare il percorso separatamente e poi avere un unico video
D: Chi farà il montaggio del video?

R: Lo faremo insieme! nel senso che io mi occuperò materialmente di assemblare il materiale ma la scelta dell’ordine e dei contenuti è scelta dalla coppia o dalla mamma
D: foto o video?
R: si potranno usare entrambe, sia le foto che i video accompagnati dalla voce della mamma e/o del papà
D: Chi fa le riprese?
R: se vogliono le persone possono portare dei loro video di famiglia o farli per l’occasione, oppure li possono fare  insieme a me… dipende da quello che vogliono raccontare. Potrebbero voler usare foto o video che hanno già.
D: Tu fornisci la telecamera?
R: Si
D: Da dove si comincia?
R: Si può partire  dal testo, ovvero da ciò che vorrei lasciar detto ai miei figli e poi si decidono le immagini, oppure partire da un’immagine per comporre un racconto
D: Qual’è l’obiettivo?
R: L’obiettivo è personale, con questo lavoro le mamme ed i papà trovano il loro spazio per esprimersi e raccontarsi, per riflettere su ciò che vogliono per sè e per i propri figli, per poter fissare un momento così intenso come quello del diventare genitori.

 

Reinventa Favole. Mini Laboratorio di foto-teatro

domenica, gennaio 11th, 2015

Durante la manifestazione CE L’HO CE L’HO MI MANCA promossa da Family Welcome abbiamo proposto dei mini laboratori di foto teatro.

IMG_0030

I bambini avevano l’opportunità, in gruppo, di reinventare una nuova favola a partire dal loro personaggio preferito e metterla in scena.

Bimbi dai 3 anni in su, hanno disegnato e creato il proprio personaggio, dandogli forma, colore e rendendoli vivi, attraverso un’animazione teatrale.

In gruppo, poi, hanno potuto creare la loro scena, in cui il proprio personaggio interagiva con quello creato dagli altri. Il risultato era una storia co-costruita che via via si snodava attraverso l’incontro dei loro mondi immaginari.

Reinventa favole

Reinventa favole

IMG_0008 IMG_0042

Ciò che ci ha colpito maggiormente è stata la scelta dei loro personaggi preferiti. Ci aspettavamo che avrebbero scelto i personaggi delle favole, dei libri o dei cartoni animati ed invece inaspettatamente, alla nostra richiesta di disegnare il loro personaggio, la risposta è stata immediata ed entusiasta: ognuno aveva il suo personaggio inventato ( chi un aereo, chi un albero dai mille frutti, chi un pirata pieno di gioielli…).

Abbiamo creato uno spazio per raccontare i loro mondi fantastici e renderli reali, poterli impersonare e farli incontrare con il mondo. L’entusiasmo era fortissimo! (tanto che mi sono ritrovata ad inseguire dei bimbi  che avevano preso i super poteri dei loro personaggi e correvano per la sala della manifestazione!)

IMG_0058 IMG_0065 IMG_0070 IMG_0080

I personaggi prendevano vita, muovendosi nello spazio teatrale creato ( e non solo!), rappresentavano  la storia immaginaria che ogni bimbo portava con sé, ma allo tempo si incontravano con il mondo degli altri.

Ogni scena è stata poi fotografata a creare un’altra storia per immagini…

Conduttori: Marco Caputi  (educatore e fotografo) e Gaia Miletic, (psicoterapeuta, arteterapeuta)

.
Reinventa favole