Archive for dicembre, 2014

FORME DI BULLISMO DIRETTO E INDIRETTO

martedì, dicembre 2nd, 2014

 

Il fenomeno del bullismo è molto spesso sottovalutato,  ignorato e inserito sotto la categoria “ragazzate” ma in realtà rappresenta una manifestazione di malessere tanto per coloro che commettono il danno quanto per quelli che lo subiscono, i primi perché a rischio di problematiche antisociali e devianti, i secondi perché rischiano un’eccessiva insicurezza caratteriale che può anche sfociare in sintomatologie di tipo depressivo.

Il bullismo e le sue manifestazioni esprimono un malessere sociale e individuale che si insinua nelle pieghe delle relazioni quotidiane tra adolescenti. Non risparmia nessuna categoria sociale né tanto meno di età e spesso passa inosservato a noi adulti perché assume forme subdole di manifestazione: risatine, commenti a mezza bocca, soprannomi offensivi, isolamento di un membro del gruppo, “scherzi” offensivi.

Non sempre si arriva a forme di violenza fisica, anzi più spesso chi adotta comportamenti da bullo lo fa in modo indiretto anche se continuo e pressante.

 

Muhammad-Ali4

©Thomas Hoepker

Il bullismo comprende allora abusi di tipo psicologico, emotivo, sociale o fisico da parte di un soggetto nei confronti di un altro. Prevede, pertanto atteggiamenti e azioni che investono la sfera verbale fisica, comportamenti antisociali quali l’esclusione, calunnie, linguaggio del corpo aggressivo e molestie sessuali (Olweus, 2001)

BULLISMO DIRETTO

  • abuso verbale: offese verbali, criticismo scorretto, insulti, soprannomi offensivi
  • abuso gestuale: gesti minacciosi od osceni, sguardi minacciosi
  • abuso fisico: percosse, buttare oggetti, utilizzare un’arma
  • bullismo relazionale: formare apertamente una coalizione contro qualcuno

BULLISMO INDIRETTO

  • abuso verbalepersuadere un’altra persona a criticare o insultare qualcuno. Diffondere pettegolezzi malevoli. Telefonate anonime, e-mail, sms, mms
  • abuso gestuale: allontanare o distogliere deliberatamente lo sguardo per ignorare qualcuno
  • abuso fisico: far sì che un’altra persona aggredisca qualcuno. Spostare o nascondere oggetti personali
  • bullismo relazionale: persuadere un’altra persona ed escludere qualcuno