Archive for gennaio, 2014

Nuovo anno nuovo inizio? Terapia della creatività e piccoli propositi

giovedì, gennaio 9th, 2014

 

Gennaio è il mese dei buoni propositi, il momento in cui si tenta di lasciarsi tutto alle spalle per iniziare con nuovi obiettivi e nuova energia. Non avremmo questa spinta al cambiamento ed alle nuove prospettive se non passassimo il periodo delle festività natalizie in una sorta di limbo dolce amaro. Un momento in cui tendenzialmente (ovviamente non parlo in assoluto) si fanno i conti con la propria vita, con ciò che si è fatto e ciò che si vorrebbe fare, con le persone che ci sono vicine ed inevitabilmente con chi è con noi e chi non c’è più o per qualche motivo non è con noi al momento delle feste. Per questo le festività natalizie hanno un sapore tra il dolce e l’amaro e non solo per i bruciori di stomaco dopo le grandi abbuffate ma anche perché è un momento di inevitabile riflessione. Frenesia i giorni imminenti, calma e riflessione dal momento in cui ci si siede a tavola ai giorni seguenti di famiglia e condivisione.

Ovviamente ognuno ha il suo Natale. Lungi da me il descrivere il vostro.

Ciò che vorrei dire è piuttosto il fatto che possiamo utilizzare le sensazioni e gli stati d’animo che emergono da questo periodo per fare qualcosa di diverso. Non c’è bisogno che sia eclatante, basta in realtà qualcosa di nuovo, rischiare in una situazione anche molto piccola.

Il modo migliore per fallire in un buon proposito, di solito è quello di guardare la montagna e non il percorso, porsi perciò obiettivi troppo grandi e lontani che ovviamente sembrano irrealizzabili: belli, faticosi e lontanissimi.

La mia proposta è quella di obiettivi piccoli e molto concreti.

Dirsi “sarò più gentile” oppure ” studierò di più” o ancora ” non litigherò con mia moglie” di certo non sono obiettivi concreti e realizzabili. Lo sono invece quelli molto più microscopici ma che ci aiutano a salire passo dopo passo e non sentire solo la fatica ma godersi il paesaggio ad esempio: ” studierò questo capitolo” oppure ” saluterò la portiera” o ancora ” oggi laverò io i piatti al posto di mia moglie” o ancora “farò quella telefonata”.

Sembrano sciocchezze ma sono un piccolo passo e per fare una lunga camminata bisogna iniziare da qui…

Voi che piccoli propositi volete fare per questo mese di gennaio?

Sedetevi in un luogo dove non andate mai, un luogo della casa che non frequentate molto, un luogo del vostro quartiere, sedetevi per terra in salotto, in cucina o in bagno, cambiate prospettiva su ciò che avete intorno ed iniziate a riflettere: quale piccolissimo cambiamento vorreste fare nella vostra vita? mi raccomando siate concreti!

scrivetelo o fate una foto di questa nuova prospettiva…

e buon inizio!