Archive for novembre, 2011

Video Pittura Intuitiva

venerdì, novembre 25th, 2011

Un piccolo assaggio della giornata dedicata alla creatività che si terrà

DOMENICA 4 DICEMBRE 2011

dalle ore 10.00 alle 17.30

Officina Culturale VIA LIBERA

Via dei Furi 25/27 – Quadraro- METRO A- Porta Furba

Immagine anteprima YouTube

Una giornata esperienziale dedicata alla creatività, nata dall’integrazione della pittura intuitiva come forma di auto-espressione e del video come mediatore della narrazione di sè. La giornata sarà articolata in due momenti:
LA PITTURA INTUITIVA
La Pittura Intuitiva non è una semplice lezione di pittura. È piuttosto un’esperienza interiore tramite la quale potrai contattare la parte più autentica di te, darle vita propria e lasciarla esprimersi in un clima di fiducia. Attraverso l’atto fisico del dipingere e la possibilità di usare la pittura come uno specchio sarà possibilie approfondire la consapevolezza di te stesso, ed integrare passo dopo passso gli insight che si raccolgono durante il percorso. Si chiama “intuitiva” perchè la pittura permette di riscoprire la propria energia creativa e di farla fluire liberamente senza giudizi.
IL VIDEO
“La possibilità di ri-vedere se stessi è amplificata proprio dall’atto percettivo iniziale: il guardare” Oliviero Rossi
In un gioco di racconti, video narrazioni e incroci di esistenze si sperimenterà la possibilità di un incontro nuovo con se stessi, un ri-narrare il proprio atto creativo sperimentato attraverso la pittura. Il video, in questo senso, funzionerà da moltiplicatore di emozioni e di intenzioni e le immagini diventeranno “evocatori esistenziali”.
Con questo percorso potrai:
- Approfondire la conoscenza di te stesso
- Coltivare il tuo ascolto interiore ed aprirti alla trasformazione delle tue emozioni
- Sviluppare il tuo potenziale creativo e scoprire nuove forme di espressione

CONDUTTRICI
MARIANNE CORDIER
GAIA MILETIC

INFO E PRENOTAZIONI
Iscrizioni entro il 28 novembre 2011

Per iscriversi inviare una mail in copia a :
ateliercreativitaebenessere@gmail.com – Tel: 339 4854232 www.ateliercreativita.com
miletic.gaia@yahoo.it – Tel: 3495232070 www.contatto-creativo.net

Imparare ad imparare

mercoledì, novembre 23rd, 2011

Chi l’ha detto che esiste solo un modo giusto per apprendere? spesso agli studenti viene detto “non ha metodo di studio…” ma raramente gliene viene spiegato uno. Come se il metodo di studio si apprendesse spontaneamente a forza di studiare…

Ma chi ci insegna a imparare?

Nella mia lunga esperienza a contatto con studenti e con i loro problemi di studio, ho sempre cercato di tenere in conto il rapporto che ciascuno dei ragazzi ha con i libri: come si organizza lo studio – se si organizza – che strategie adotta, cosa preferisce fare quando studia: sottolineare, leggere straiato sul letto, ripetere ossessivamente finchè non ha memorizzato, fare degli schemi o studiare tutto all’ultimo momento?

Ovvero la prima fase è proprio quella di ricognizione. Chi ho di fronte a me? Che aspettative, motivazioni, desideri ha nei confronti di ciò che studia e soprattutto di chi gli insegna? Chi sono i suoi compagni di avventura? che clima c’è intorno a lui/lei?

Questi aspetti sono per me fondamentali nel momento in cui si apprende: il sistema di valori, atteggiamenti, emozioni che ruotano intorno alla scuola e all’apprendimento in generale sono un ottimo materiale di base per cominciare a conoscersi.

Solitamente i ragazzi mi guardano come se fossi strana perchè faccio loro domande e non do risposte, non impongo un “DEVI FARE COSì” ma propongo di sperimentare. Inizialmente, per alcuni può essere difficile accettare l’idea che non è questione di non comprensione di un argomento, di mancanza di spiegazione quanto piuttosto di modalità poco adatta di approccio al problema, cadono più volte sul loro desiderio di affacciarsi allo studio così come viene, leggo e va bene così… con tanta fretta!

Tendenzialmente riflettere sul proprio metodo di studio permette anche di aprire una strada verso una maggiore consapevolezza del proprio stile di apprendimento e conoscere il proprio stile di apprendimento può essere facilitante perchè permette ai ragazzi di usare canali più semplici per affrontare i problemi. Riconoscere il proprio stile di apprendimento però non significa appiccicarsi addosso un’etichetta difficile da togliere, quanto piuttosto scoprire qualcosa di più di sè e in caso allargare il proprio orizzonte di possibilità.

 

 

Nuovo Look

martedì, novembre 22nd, 2011

Ciao a tutti,

si avvicina l’anno nuovo ed ho deciso di rifarmi il look…o per lo meno quello digitale!!! nella speranza che diventi sempre più ricco di riflessioni, proposte e nuovi CONTATTI CREATIVI!!!

a prestissimo

Gaia

Le mille porte

giovedì, novembre 17th, 2011

Objects © Agnieszka Polska


“Le strade di Fantàsia” disse Graogramàn, ” le puoi trovare solo grazie ai tuoi desideri. E ogni volta puoi procedere soltanto da un desiderio al successivo. Quello che non desideri ti rimane inaccessibile. Questo è ciò che qui significano le parole “vicino” e ” lontano”. E non basta volere soltanto andar via da un luogo. Devi desiderarne un altro. Devi lasciarti guidare dai tuoi desideri”

[...]

“…in Fantàsia c’è un luogo che conduce ovunque e al quale si può giungere da ogni parte. Viene chiamato il Tempio delle mille porte.  Nessuno lo ha visto dall’esterno, perchè non ha un esterno. Il suo interno consiste in un labirinto di porte. Chi lo vuole conoscere deve avere il coraggio di inoltrarsi in quel labirinto.”

[...]

“…ogni porta in tutta Fantàsia, persino ua comunissima porta di cucina o di stalla, sicuro persino l’anta di un armadio, può in un determinato momento diventare la porta d’ingresso al Tempio delle Mille Porte. Passato quell’attimo, torna ad essere quello che era, una porta qualsiasi. Perciò nessuno può passare più di una volta dalla stessa porta. E nessuna delle mille porte conduce là da dove si è venuti. Non esiste ritorno.”

[...]

“…attraverso il labirinto delle Mille Porte ti può guidare solo un vero desiderio. Chi non lo ha, è costretto a continuare a vagarci dentro fino a quando sa esattamente che cosa desidera. E questo talvolta richiede molto tempo.”

Michael Ende

La storia Infinita

Ho scritto questa citazione della Storia Infinita perchè è un testo per me ricco di metafore e di suggestioni.

Il Tempio delle Mille Porte – a cui accede soltanto chi ha un vero desiderio – è per me una bellissima metafora per raccontare quel momento in cui si entra nel labirinto delle mille porte quello che si apre soltanto quando  lasciamo spazio ad un desiderio autentico e soprattutto lo mettiamo in pratica. Ovviamente un desiderio conduce ad un altro desiderio e così via, come ogni porta conduce ad un’altra. La difficoltà più grande per noi è saper ascoltare i nostri desideri, credere nelle nostre possibilità di realizzarli e finalmente aprire quella porta.

Proprio oggi, ho ripensato a questo brano del libro di Michael Ende La Storia Infinita.

Con una persona parlavamo di tutte quelle esperienze che sembrano impossibili per noi da realizzare, quelle porte che non apriamo, non perchè siano serrate, ma perchè NOI ci scriviamo sopra “IO NON POSSO ENTRARE”.

Esperienze che ci precludiamo,  persone a cui non ci avviciniamo per i più disparati motivi: perchè non ci sentiamo all’altezza, perchè pensiamo di non riuscire a fare come gli altri, perchè tutto sembra troppo distante da noi o per lo meno dall’immagine che ci siamo fatti di cio che possiamo o non possiamo fare.

Talvolta queste porte non sappiamo neanche che esistono, perchè si confondono con i muri del nostro labirinto interiore. Allora il nostro mondo diventa sempre più stretto e più difficle muoversi al suo interno. L’energia si affievolisce ma anche la nostra autostima.Siamo tiranni nei confronti dei nostri desideri, li releghiamo negli angoli più bui dei nostri mondi interni ripetendoci che il desiderio porta all’illusione.

Il luogo in cui viviamo si è fatto troppo angusto, pieno di costrizioni e divieti che ci autoimponiamo quotidianamente.

E se sbiciassimo dentro un pochino e vedessimo che effetto fa desiderare …?

Di solito quello che succede è che l’energia inizia a circolare, gli occhi si illuminano, il volto si colora e la creatività si mette in moto!

è per questo che a quel punto non si può più smettere di desiderare!

lunedì, novembre 7th, 2011

 

Contatto Creativo e l’Atelier Creatività e Benessere

presentano:

DOMENICA 4 DICEMBRE 2011 DALLE ORE 10.00 ALLE 17.00

Una giornata esperienziale dedicata alla creatività, nata dall’integrazione della pittura intuitiva come forma di auto-espressione e del video come mediatore della narrazione di sè. La giornata sarà articolata in due momenti:

LA PITTURA INTUITIVA

La  Pittura Intuitiva non è una semplice lezione di pittura. È piuttosto un’esperienza interiore tramite la quale potrai contattare la parte più autentica di te, darle vita propria e lasciarla esprimersi in un clima di fiducia. Attraverso l’atto fisico del dipingere e la possibilità di usare la pittura come uno specchio sarà possibilie approfondire la consapevolezza di te stesso, ed integrare passo dopo passso gli insight che si raccolgono durante il percorso. Si chiama “intuitiva” perchè la pittura permette di riscoprire la propria energia creativa e di farla fluire liberamente senza giudizi.

IL VIDEO

“La possibilità di ri-vedere se stessi è amplificata proprio dall’atto percettivo iniziale: il guardare” Oliviero Rossi

In un gioco di racconti, video narrazioni e incroci di esistenze si sperimenterà la possibilità di un incontro nuovo con se stessi, un ri-narrare il proprio atto creativo sperimentato attraverso la pittura. Il video, in questo senso, funzionerà da moltiplicatore di emozioni e di intenzioni e le immagini diventeranno “evocatori esistenziali”.

Con questo percorso potrai:

Approfondire la conoscenza di te stesso

- Coltivare il tuo ascolto interiore ed aprirti alla trasformazione delle tue emozioni

- Sviluppare il tuo potenziale creativo e scoprire nuove forme di espressione

CONDUTTRICI

MARIANNE CORDIER

Francese, Art Counselor e Counselor ad approccio umanistico integrato di tipo rogersiano, diplomata in Letteratura Moderna alla Sorbonne, in Storia dell’Arte e Museologia all’Ecole du Louvre e in Counseling Espressivo e Artiterapie a Roma presso l’A.S.P.I.C. Specializzata nello sviluppo della creatività come strumento evolutivo, ha fondato lo studio l’Atelier Cretività e Benessere che promuove percorsi di creatività, di counselling e di cosulting creativo. Lavora con l’individuo, il gruppo e le organizzazioni in qualità di Art Counselor e di Trainer in processi creativi. Ha ideato il metodo di Pittura Intuitiva e conduce workshop di pittura intuitiva e meditazione creativa guidata per adulti, adolescenti e bambini.

GAIA MILETIC

Psicologa, Specializzata in Psicoterapia della Gestalt presso l’Istituto Gestalt Firenze. Ha approfondito lo studio della fototerapia e videoterapia con la supervisione del Dott. Oliviero Rossi, strumenti assadi efficaci nell’esplorazione della propria identità e della propria storia personale, nonchè reale strumento creativo. Da tempo si occupa di diverse tematiche legate allo sviluppo del potenziale ed alla valorizzazione delle risorse interne attravers percorsi creativi, svolgendo il suo lavoro nell’ambito terapeutico privato e all’interno delle aziende.

INFO E PRENOTAZIONI

Iscrizioni entro il 28 novembre 2011

Sede del seminario:

Officina Culturale Via Libera

Via dei Furi 25-27 (zona Quadraro – Metro A – Porta Furba/Quadraro)

Per iscriversi inviare una mail in copia a :

ateliercreativitaebenessere@gmail.com – Tel: 339 4854232 www.ateliercreativita.com

miletic.gaia@yahoo.it – Tel: 3495232070  www.contatto-creativo.net