Benessere

Cosa vuol dire star bene?

Difficile definire una volta per tutte questo concetto. Decine di volte al giorno rispondiamo alla domanda “Come stai? Bene, Grazie.” Quante volte questa risposta è congruente con il nostro sentire del momento? Quanto ci autorizziamo a sentire e ad esprimere agli altri il nostro stato d’animo? Potrei dire che dipende dal grado di confidenza che abbiamo con l’altro e al tempo stesso con noi stessi.

immagine-sito

Ma torniamo alla domanda che vuol dire star bene. La prima cosa che mi viene in mente è che non vuol dire non avere  problemi, meravigliosa meta illusionistica a cui tendere, ma trovarsi in una situazione comoda nella quale ci sentiamo a nostro agio e sopratutto che abbiamo scelto. Il benessere non è una condizione stabile, quanto piuttosto un percorso di ricerca continuo che passa dalla costante monitorizzazione delle nostre sensazioni. Come dire, per ricercare il benessere abbiamo bisogno di sentire il malessere e scegliere di fare qualcosa.

© Brent Humphreys

Certe volte scegliamo la via del “non sentire male” che porta a non sentire più neanche ciò che ci fa star bene. Ci lasciamo vivere,  non ci ascoltiamo, rimandando di giorno in giorno la decisione di affrontare il dolore che lentamente ci sta svuotando dall’interno.

Ad alcuni non resta che l’immagine esteriore di benessere, di persone curate, alla moda, di bell’aspetto, che avrebbero tutte le carte per essere soddisfatte della loro vita ma che di fatto per molto temp

o hanno nascosto sotto il tappeto gran parte delle loro sofferenze e malesseri. Non che non le sentissero, ma sono andati avanti, azione dopo azione, anno dopo anno, tentando di non pensarci e di dimenticare.

Più il malessere si mostra, sotto forma di sintomi vari, mal di testa, sfoghi cutanei, insonnia, attaccchi di panico, più troviamo rimedi adatti al sintomo del momento respingendo il collegamento che il loro corpo forse sta facendo con il nostro mondo interno.

Non siamo esseri scissi tra corpo e mente, il nostro benessere passa su entrambi i canali  e spesso il malessere trova sfogo su uno dei due.

Ascoltare e sentire il proprio corpo ed il proprio stato d’animo allora è un modo per poter affrontare il malessere e  raggiungere il benessere.

Per questo motivo abbiamo scelto un approccio integrato di Psicoterapia che tenesse in considerazione la persona nella sua totalità, nella completezza del suo stare al mondo. La Psicoterapia della Gestalt infatti, tiene in considerazione sia l’aspetto interiore della persona, il suo mondo interno, che l’aspetto del suo vissuto corporeo, del suo stare nel mondo con la sua fisicità.

Tags: , , , ,

Leave a Reply